Gestione distributori automatici: un metodo per distinguersi nel vending

Consulenti e rivenditori dei migliori software gestionali
febbraio 5, 2018
certificazione ISO 9001
La certificazione qualità ISO 9001:2015 come vantaggio competitivo
marzo 27, 2018
distinguersi nel vending

Quello che ti descrivo nelle prossime righe è un metodo di lavoro diverso da quello a cui siamo abituati nel vending e che, se portato avanti nel modo corretto, ti potrebbe consentire di migliorare le prestazioni della tua azienda in termini di proposta commerciale e di vendite.

L’azienda di vending può essere vista come un piccolo bar e un mini supermercato dentro ogni azienda italiana.
I clienti si affidano a te per permettere ai propri dipendenti di godere di breaks e migliorare la qualità della vita in azienda.

Questo, in qualche modo, porta sulla tua azienda di distributori automatici la responsabilità di soddisfare al meglio i momenti di pausa in azienda.

  • Come viene soddisfatta l’esigenza del breaks nelle aziende dagli attori del settore?
  • Quale è il contesto in cui si muove oggi (e domani) un’azienda di vending?

 

Il break in azienda: la risposta del gestore di distributori automatici

Partiamo da quello che esiste oggi, dalla situazione attuale.

Se sei un gestore di vending sai sicuramente quanto appare difficile oggi differenziarsi come fornitori di DA e, di conseguenza, trovare le giuste strade per acquisire nuovi clienti e ampliare il proprio business.

Prova a pensarci, quante volte ti sei trovato a fare “la guerra al prezzo più basso” per acquisire un nuovo cliente?

A livello di acquisizione clienti, spesso, il più importante fattore su cui si concorre è quello dell’offerta più bassa. A discapito del prodotto e, per forza di cose, a discapito del servizio.

E a livello di gestione del cliente?

La gestione del cliente è una diretta conseguenza della sua acquisizione e quindi, per abbassare i costi, l’operatore procede nel suo lavoro di caricamento dei vari DA nel modo più rapido possibile, con una schema ripetuto e in modo meccanico, per riuscire a passare al successivo punto di carico.

Il modo per distinguersi in questo panorama è quello di lavorare su un livello di servizio differente, sia in termini di attenzione alle operatività sulla vending machine, sia come ascolto alle esigenze e preferenze del cliente, riqualificando il ruolo del distributore automatico all’interno delle aziende.

 

Il contesto: sviluppo tecnologico e nuove logiche di marketing

Come tutti i settori, anche il contesto in cui ti trovi a operare sta cambiando, cambia continuamente e, spesso, i risultati dipendono da come un’azienda riesce a rispondere a questi cambiamenti.

  • Cultura media del cliente
  • Internet e social network
  • Leggi e Tecnologia

Queste 3 aree fanno riferimento ai grandi cambiamenti che hanno impattato in modo, più o meno diretto, anche sul settore della Distribuzione Automatica.

La cultura media del cliente è aumentata perché vi è un accesso alle informazioni più rapido e più semplice. Basti pensare alla possibilità attraverso gli smartphone di navigare su internet in qualsiasi momento e in qualsiasi luogo (chiedendo a mr. Google quello di cui si ha bisogno).

Oggi, attraverso la tecnologia, è possibile promuovere o bocciare una qualsiasi azienda attraverso una recensione online e questo, spesso, ha una ripercussione sensibile sui rapporti con tutti gli altri clienti.

I social network possono diventare l’ago della bilancia del successo o l’insuccesso di un progetto.

Inoltre con l’avvento della certificazione dei corrispettivi, sempre più gestori (se non tutti) hanno dovuto dotarsi di un sistema informatico per eseguirne la trasmissione all’Agenzia delle Entrate.

Detto questo, come può un gestore utilizzare tutte queste novità a proprio vantaggio?

 

Distributore automatico: prodotti, informazioni e dati

Molte gestioni, anche le più grosse e strutturate, talvolta gestiscono il DA come un mero erogatore di prodotti, che rifornisce i dipendenti dell’azienda in cui è installato.

Se ci pensi bene, però, il DA è molto di più di un “mini supermercato” in azienda. Il DA è un sistema che ti permette di conoscere l’azienda tua cliente e i suoi dipendenti.

Grazie alla vending machine e ad un software di gestione hai infatti accesso ad una serie di informazioni e dati molto preziosi, grazie ai quali puoi impostare un metodo di lavoro diverso, che vanno al di là dei dati generali di venduto e incassato. Con le potenzialità dell’analisi dei dati puoi infatti comprendere i comportamenti (e le abitudini) di consumo di chi utilizza la vending machine.

Il sistema informatico-gestionale che utilizzi e il DA sono il punto di partenza per quello che ti sto per illustrare, l’importante è che il software non sia un semplice sistema informatico, ma abbia integrato un sistema gestionale in grado di gestire e farti elaborare i dati.

Tracciare i comportamenti di consumo e monitorare le performance del caricatore

Senza un sistema gestionale la comprensione dei comportamenti di consumo dei (tuoi) clienti è delegata solo alla professionalità del caricatore. Con un sistema gestionale, invece, questo tipo di comportamento è supportato dalla raccolta di informazioni del software che li mette a disposizione dell’imprenditore per prendere decisioni.

 

Monitorare la marginalità della macchina e gestire i clienti a marginalità-zero

Il sistema gestionale, attraverso la raccolta e l’elaborazione dei dati, ti guida nella gestione dei clienti attraverso i numeri di marginalità di ogni macchina.

Attraverso i dati raccolti dal sistema gestionale sei in grado di:

  • Ridurre il numero di interventi a bordo macchina
  • Caricare le vending machine con prodotti selezionati per lo specifico cliente

Avere un quadro chiaro della marginalità del DA ti consente di classificare i clienti e capire quali sono quelli a marginalità-zero, andando a ridefinire il tuo parco clienti.

 

Utilizzare i dati raccolti in chiave marketing

Sfruttare la tecnologia a tuo vantaggio, attraverso l’utilizzo di un sistema gestionale ti consente di tracciare in modo preciso le performance del servizio (tempi medi di fermo macchina, tempi di intervento, gestione dei reclami e loro risoluzione) e i comportamenti di consumo.

Grazie alle informazioni raccolte è possibile creare report, documentazione e materiale promozionale (brochure, depliant, …) supportati dai dati per esporre i propri Service Level Agreement (SLA), facendo capire il valore del proprio servizio garantito.

Inoltre, grazie ai dati e alle informazioni raccolte, è possibile arricchire il rapporto col singolo cliente grazie a report periodici che informano l’azienda sul servizio erogato.

 

Quello che ti ho voluto descrivere in questo breve articolo è solo una delle possibili modalità operative che puoi utilizzare per fare la differenza sul mercato del vending. Per implementarla ti serve un sistema gestionale in grado di raccogliere ed elaborare i dati presentandoti dei report di facile comprensione per l’analisi dei numeri della tua azienda.