4 modi per fidelizzare i Millennial
luglio 23, 2019
Google e contenuti di qualità: parametri da conoscere per migliorare il posizionamento del tuo sito
agosto 29, 2019

Di seguito illustriamo le principali novità fiscali gestionali e i principali adempimenti fino al 2 settembre, con il commento dei termini di prossima scadenza.

 

 

     1. Fattura elettonica

Pubblicate nuove faq utili all’emissione e trasmissione delle fatture elettroniche

L’Agenzia delle entrate ha provveduto ad aggiornare 5 faq già pubblicate (le numero 2, 36, 50, 55 e 57) e a
pubblicare nuove faq dalla numero 62 alla numero 148. Le faq sono disponibili qui.

 

 

     2. Tax free shopping

Nuovi chiarimenti sulle modalità di variazione dell’Iva

Con la risoluzione n. 58/2019 l’Agenzia delle entrate ha fornito chiarimenti relativi alla corretta emissione delle note di variazione dell’Iva nei casi di cessioni di beni superiori a 154,94 euro a soggetti non residenti o
domiciliati nell’UE, per proprio uso personale o familiare e trasportati nei bagagli personali al di fuori dello
territorio doganale della stessa Unione.

A nuove richieste di chiarimento, l’Agenzia risponde con la risoluzione n. 65/2019: la questione riguarda se l’emissione di una nota di variazione tramite la procedura OTELLO 2.0 risulti indispensabile tanto nelle ipotesi di cessioni effettuate senza applicazione dell’Iva quanto in quelle di diritto al rimborso dell’imposta applicata.

In caso di mancata restituzione della fattura emessa senza esercitare la rivalsa e consegnata al cessionario, recante il visto che attesta l’uscita dal territorio dell’Unione, il cedente deve procedere alla regolarizzazione della operazione a norma dell’articolo 26, comma 1, D.P.R. 633/1972, entro un mese dalla scadenza del suddetto termine (terzo mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione).

La regolarizzazione deve essere effettuata a mezzo nota di variazione in aumento e tramite il sistema OTELLO 2.0. Nel caso in cui, invece, il bene venga ceduto con applicazione dell’Iva, il cessionario ha diritto al rimborso dell’imposta per rivalsa a condizione che il suo acquisto sia portato fuori dai confini UE entro il terzo mese successivo a quello della cessione e che restituisca al cedente la fattura vistata dalla Dogana entro il quarto mese successivo a quello di effettuazione dell’operazione.

Il cedente recupera l’Iva rimborsata al suo cliente tramite semplice annotazione della variazione nel registro degli acquisti. In tale ipotesi, dunque, non è prevista l’emissione di alcun documento autonomo che certifichi la variazione in diminuzione e non occorre, di conseguenza, alcuna nota da far transitare nel sistema OTELLO 2.0.

 

 

     3. Start-up innovative

Vidimazione e bollatura dei libri contabili e sociali con obbligo di imposta di bollo

L’articolo 26, comma 8, D.L. 179/2012 prevede l’esenzione dall’imposta di bollo e dai diritti di segreteria per gli adempimenti relativi all’iscrizione nel Registro delle Imprese. L’Agenzia delle entrate chiarisce che la disposizione di favore circoscrive l’esenzione dal bollo agli atti riguardanti gli adempimenti relativi all’iscrizione nel Registro delle Imprese e non può, quindi, essere estesa, anche alla vidimazione e bollatura delle scritture sociali.

Sono esclusi, pertanto, dall’agevolazione gli adempimenti non afferenti la funzione di pubblicità legale del Registro delle Imprese e gli atti estranei al procedimento di iscrizione.

 

 

     4. Contribuenti forfettari

Ripartizione della detrazione per figli a carico

L’articolo 12, comma 1, lettera c), D.P.R. 917/1986 prevede che la detrazione per figli a carico debba essere
ripartita nella misura del 50% tra i genitori, ovvero, previo accordo tra gli stessi, spetti al genitore che possiede un reddito complessivo di ammontare più elevato.

Un lavoratore dipendente, sposato con una libera professionista che ha optato per il regime forfetario, può fruire della detrazione per i figli a carico nella misura del 100%, anziché applicare la ripartizione del 50% per ciascun genitore, solo se possiede un reddito complessivo più elevato rispetto a quello della moglie.

Il reddito della moglie rileverà al lordo dei contributi previdenziali, insieme agli altri redditi eventualmente conseguiti dalla stessa.

 

 

     5. Nuova sabatini

Nuove modalità operative per l’erogazione del contributo in conto interessi

Il nuovo iter di richiesta di erogazione del contributo in conto interessi derivante dall’agevolazione “Nuova
Sabatini” inizia con l’accesso alla piattaforma https://benistrumentali.dgiai.gov.it/.

È stato stabilito che l’impresa beneficiaria, a investimento ultimato, debba compilare la dichiarazione attestante l’avvenuta ultimazione dell’investimento, nonché, previo pagamento a saldo dei beni oggetto dell’investimento, la richiesta unica di erogazione (salvo che non abbia già richiesto una o più quote di contributo) riferita a tutte le previste quote annuali di contributo.

Le piccole e medie imprese che hanno già richiesto una o più quote del contributo sulla base delle modalità operative previgenti alla data del 22 luglio 2019 devono compilare e trasmettere al Mise la richiesta di erogazione delle quote di contributo rimanenti (modulo RQR). Il Ministero, una volta ricevuto il modulo RQR erogherà entro 60 giorni la quota annuale di contributo maturata dall’impresa.

Nel caso in cui, inoltre, l’importo del finanziamento deliberato in favore della pmi non sia superiore a euro
100.000 il Mise provvederà a erogare il contributo in un’unica soluzione (circolare n. 295900/2019).

Il testo coordinato della circolare n. 14036/2017 modificata ed integrata è disponibile qui.

 

 

     6. Attività finanziarie e redditi esteri

In arrivo lettere di compliance per dati non dichiarati nel periodo di imposta 2016

L’Agenzia delle entrate invierà una comunicazione per la promozione della compliance ai contribuenti con le anomalie dichiarative più rilevanti relative alle attività finanziarie detenute all’estero e agli eventuali redditi
percepiti, adottando una serie di criteri selettivi diretti ad escludere dalla selezione le posizioni presumibilmente non tenute all’adempimento dichiarativo o per le quali l’irregolarità ha carattere meramente formale.

I destinatari potranno regolarizzare la propria posizione presentando una dichiarazione dei redditi integrativa
tramite il ravvedimento operoso.

 

Le principali scadenze

Di seguito evidenziamo i principali adempimenti fino al 2 settembre, con il commento dei termini di
prossima scadenza.

Si segnala che le scadenze riportate tengono conto del rinvio al giorno lavorativo seguente per gli adempimenti che cadono al sabato o giorno festivo, così come stabilito dall’articolo 7, D.L. 70/2011.

 

20 AGOSTO

  • Versamenti Iva mensili e trimestrale: scade oggi il termine di versamento dell’Iva a debito eventualmente dovuta per il mese di luglio (codice tributo 6007) o secondo trimestre 2019 (codice tributo 6033). I contribuenti Iva mensili che hanno affidato a terzi la contabilità (articolo 1, comma 3, D.P.R. 100/1998) versano oggi l’Iva dovuta per il secondo mese precedente.
  • Versamento dei contributi Inps: scade oggi il termine per il versamento dei contributi Inps dovuti dai datori di lavoro, del contributo alla gestione separata Inps, con riferimento al mese di luglio, relativamente ai redditi di lavoro dipendente, ai rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, a progetto, ai compensi occasionali, e ai rapporti di associazione in partecipazione.
  • Versamento delle ritenute alla fonte: entro oggi i sostituti d’imposta devono provvedere al versamento delle ritenute alla fonte effettuate nel mese precedente:
    – sui redditi di lavoro dipendente unitamente al versamento delle addizionali all’Irpef;
    – sui redditi di lavoro assimilati al lavoro dipendente;
    – sui redditi di lavoro autonomo;
    – sulle provvigioni;
    – sui redditi di capitale;
    – sui redditi diversi;
    – sulle indennità di cessazione del rapporto di agenzia;
    – sulle indennità di cessazione del rapporto di collaborazione a progetto.
  • Versamento ritenute da parte condomini: scade oggi il versamento delle ritenute operate dai condomini sui corrispettivi corrisposti nel mese precedente riferiti a prestazioni di servizi effettuate nell’esercizio di imprese per contratti di appalto, opere e servizi.
  • Enasarco: scade oggi per la casa mandante il termine per il pagamento dei contributi dovuti nel secondo trimestre 2019.
  • INPS artigiani e commercianti: scade oggi il termine per il versamento della seconda rata dei contributi fissi IVS dovuti da artigiani e commercianti sul reddito minimale.
  • Accise – Versamento imposte: Scade il termine per il pagamento dell’accisa sui prodotti energetici a essa soggetti, immessi in consumo nel mese precedente.
  • Versamento saldo Iva 2019: entro oggi i contribuenti che hanno un debito d’imposta relativo all’anno 2018, risultante dalla dichiarazione annuale, e che hanno scelto di pagare il saldo Iva ratealmente, devono versare la sesta rata con applicazione degli interessi, codice tributo 6099.
  • Ravvedimento versamenti entro 30 giorni: termine ultimo per procedere alla regolarizzazione, con sanzione ridotta pari al 3%, degli omessi o insufficienti versamenti di imposte e ritenute non effettuati, ovvero effettuati in misura ridotta, entro lo scorso 16 luglio.
  • Presentazione dichiarazione periodica Conai: scade oggi il termine di presentazione della dichiarazione periodica Conai riferita al mese di luglio, da parte dei contribuenti tenuti a tale adempimento con cadenza mensile.
  • Autoliquidazione Inail – versamento: scade oggi il termine ultimo per procedere al versamento della terza rata del premio Inail relativo al saldo 2018 ed all’acconto 2019.
  • Registrazioni contabili: ultimo giorno per la registrazione cumulativa nel registro dei corrispettivi di scontrini fiscali e ricevute e per l’annotazione del documento riepilogativo delle fatture di importo inferiore a 300 euro.
  • Fatturazione differita: scade oggi il termine per l’emissione e l’annotazione delle fatture differite per le consegne o spedizioni avvenute nel mese precedente.
  • Registrazioni contabili associazioni sportive dilettantistiche: scade oggi il termine per le associazioni sportive dilettantistiche per annotare i corrispettivi e i proventi conseguiti nell’esercizio di attività commerciali nel mese precedente. Le medesime disposizioni si applicano alle associazioni senza scopo di lucro.

 

26 AGOSTO

  • Presentazione elenchi Intrastat mensili: scade oggi, per i soggetti tenuti a questo obbligo con cadenza mensile, il termine per presentare in via telematica l’elenco riepilogativo degli acquisti (soli fini statistici) e delle vendite intracomunitarie effettuate nel mese precedente.

 

2 SETTEMBRE 

  • Presentazione elenchi Intra 12 mensili: ultimo giorno utile per gli enti non commerciali e per gli agricoltori esonerati per l’invio telematico degli elenchi Intra-12 relativi agli acquisti intracomunitari effettuati nel mese di giugno.
  • Presentazione del modello Uniemens Individuale: scade oggi il termine per la presentazione della comunicazione relativa alle retribuzioni e contributi ovvero ai compensi corrisposti rispettivamente ai dipendenti, collaboratori coordinati e continuativi e associati in partecipazione relativi al mese di luglio.
  • Versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione: scade oggi il termine per il versamento dell’imposta di registro sui contratti di locazione nuovi o rinnovati tacitamente con decorrenza 1° agosto 2019.
  • Esterometro: scade oggi il termine per l’invio della comunicazione delle fatture emesse e ricevute nel mese di luglio da soggetti UE e extra UE non emesse in formato elettronico o non documentate da bolletta doganale.

 

Fonte: newsletter fiscale Edisoftware in collaborazione con Studio Chiappori-Benzi